Il mondo alla campana

Il mondo alla Campana / The World at the Bell
Fondazione Opera Campana dei Caduti, Rovereto, Italia_2015
Grafica / Graphic
www.fondazioneoperacampana.it  www.fotopaoloaldi.it  www.attodinominazione.eu

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Il Mondo alla Campana” è la mostra, a cura di Paolo Aldi, realizzata in occasione del 90° del primo suono della Campana Maria Dolens, eretta in memoria dei caduti della prima guerra mondiale. La mostra ne racconta la storia attraverso pannelli fotografici, con particolare attenzione all’ultimo decennio e alle prospettive future e si costituisce di diversi percorsi, che partendo dall’ingresso della Fondazione, la attraversano e ne superano i confini, toccando il parco circostante fino ad arrivare nel centro cittadino. Una mostra non gridata, ma alla ricerca del silenzio perché la Campana non è semplicemente un elemento materiale ma sonorità dello spirito.
Sono stati progettati l’immagine coordinata della mostra, l’impaginazione dei pannelli fotografici e tutto il principale materiale di comunicazione.

“The World at the Bell” is the exhibition, curated by Paolo Aldi, held to celebrate the 90th anniversary of the first sound of The Bell “Maria Dolens”, erected in memory of the fallen of the First World War at the top of an hill in Rovereto, a town in the north of Italy that suffered of severe demage during the First World War.
The exhibition tells the history of The Bell through photographic panels, with particular attention to the last decade and the future prospects.
It’s constituted of different routes, which, starting from the entrance of the Foundation of The Bell, goes through it and surpass its boundaries, touching the surrounding park, finally arriving in the city center. An exhibition not shouted, but in search of silence because The Bell is not simply a material element but it’s also “Sounds of the Spirit”.

Were designed: the corporate image of the exhibition, the photographic panels layout and the main written communication materials, such as posters and leaflets.




 

 

 

 

 

Il design per la Scuola

ildesignxlascuola_01_web

Il design per la Scuola| Di ogni ordine e grado_L’architettura della Scuola
Triennale Xtra, Spazio Natta, Como, 31.07|15.09.2015
Curatela ed allestimento / curatorship and exhibit project
www.triennalextra.org   www.triennale.org

Il design per la Scuola è una sezione della mostra Di Ogni Ordine e Grado
L’architettura della Scuola
organizzata dalla Triennale di Milano a Como
nell’ambito del programma di mostre Triennale Xtra diffuse sul territorio
lombardo in occasione di Expo 2015.
Il design per la Scuola indaga il rapporto tra il mondo del progetto e
dell’istruzione fornendo uno sguardo d’insieme sugli ambiti che ancora oggi
necessitano di possibilità d’intervento.

Il rapporto tra scuola e design non si è espresso solo nell’arredo scolastico,
ma anche negli oggetti, perlopiù di design anonimo, con cui l’istruzione
prende corpo; negli strumenti didattici nati in funzione di specifiche
metodologie pedagogiche come nel disegno dell’uniforme scolastica.

Un rapporto in cui, il mondo del design prima, quello della pedagogia poi,
si sono avvicendate nel trovare modi e strade per creare soluzioni di qualità.
Un rapporto che trova oggi l’espressione più adeguata nei progetti in cui è
l’istruzione stessa ad essere messa a tema ed il design thinking è applicato
per migliorare la situazione di bambini che vivono in condizioni disagiate.

“Design for School” was part of the exhibition “Of Every Order and Level.
The Architecture of the School” (a historical perspective) organised by the
Triennale of Milan in Como. It was part of the widespread exhibitions
programme through out Lombardy during Expo 2015, as part of the
Triennale Xtra event. 
“Design for School” investigates the relationship
between the worlds of Design and School in Italy, providing an overview on the
areas that still need intervention.

The relationship between School and Design has been expressed not only
in the school furniture, but also in the objects, mostly of anonymous design,
through which education takes shape; in teaching tools born according to
specific pedagogical approaches, such as the design of school uniform.               

This relationship has alternated between the Design world and the
Pedagogical world, 
through the years, to find different ways to come up
with quality design solutions. 

Today it is a relationship that finds its most adequate expression in projects
which put education at their heart, so that the design thinking sets about
improving the lifes of children living in the most difficult economic
or social circumstances.

ildesignxlascuola_09_web ildesignxlascuola_08_web ildesignxlascuola_07_web ildesignxlascuola_06_web ildesignxlascuola_05_web ildesignxlascuola_04_web ildesignxlascuola_03_web ildesignxlascuola_02_web

 

Sabor Brasil

 

Sabor Brasil|Senai_Goiania, Brazil_2014
www.kremon.com.br

Progetto strategico di sviluppo e comunicazione di un nuovo brand brasiliano che produce e commercializza prodotti alimentari a sapore regionale, in collaborazione con Senai, il Servizo Sociale brasiliano per l’industria.
L’azienda è una start-up dello stato di Goias con la necessità di sviluppare una chiara identità del proprio brand e un piano di comunicazione per il lancio sul mercato del suo primo prodotto, una maionese aromatizzata al Pequi, frutto tipico della regione di Goias.
La strategia di sviluppo prodotto, stabilita con l’azienda, ha previsto la realizzazione di prodotti premium, destinati ad un mercato di fascia alta, funzionali per la salute e che dichiarassero l’origine regionale dei prodotti.
Oltre al logo distintivo del brand è stata realizzata una proposta di packaging ed il principale materiale di comunicazione e promozione per il lancio del primo prodotto sul mercato.

Strategic and communication project development of a new Brazilian brand that manufactures and markets food products with regional flavor in partnership with Senai, the Brazilian Social Services for Industry.
The company is a start-up of the state of Goias with the need to develop a clear identity of its brand and communications plan for the launch of its first product, a mayonnaise flavored with Pequi, fruit typical of the region of Goias.
The product development strategy, established with the company, involved the creation of premium products, intended for high-end market, with attention to the health and the regional origin of products.
In addition to the distinctive logo of the brand, was made a proposal for packaging and the main communication and promotion tools for the launch of the first product on the market.

RHENOVY

rhenovy logo
Rhenovy,Wydet|Senai_Goiania, Brazil_2014
www.wydet.com.br

Progetto strategico di sviluppo e comunicazione di un nuovo sub-brand
brasiliano che produce e commercializza prodotti dermocosmetici,
in collaborazione con Senai, il Servizo Sociale brasiliano per l’industria.

Rhenovy è un sub-brand di Wydet, azienda brasiliana dello stato di Goias
che opera nel campo cosmetico da 30 anni.

Oltre al logo distintivo del sub-brand è stata realizzata la grafica dei
packaging per la nuova famiglia di prodotti ed il principale materiale
di comunicazione e promozione per il lancio del primo prodotto
sul mercato.

Strategic and communication project development of a new Brazilian
sub-brand that manufactures and markets dermo-cosmetic products in
partnership with Senai, The Brazilian Social Services for Industry.

Rhenovy is a sub-brand of Wydet, a Brazilian company from the state of
Goias that operates in the cosmetic field for 30 years.

In addition to the distinctive logo of the sub-brand, it has been created the
graphic language for the packaging of the new family of products and the
main material of communication and promotion for the launch of the first
product on the market.

rhenovy packaging
rhenovy depliant

Wladimiro

Wladimiro_01_low

Wladimiro, Cyrcus 2014
www.cyrcus.it

Svuota tasche in acciaio, singolo o doppio.
Accoglierà a mani aperte ciò che le tue tasche non possono più contenere.
Realizzato da una lastra di acciaio inox tagliata al laser.

Wladimiro è esposto all’interno nella settima edizione del Triennale Design
Museum di Milano, dal 4 aprile 2014 al 22 febbraio 2015
www.triennale.org

Coin tray in steel, single or double.
Will welcome with open hands what your pockets can no longer contain.
Made from a sheet of stainless steel that is laser-cut.

Wladimiro is exposed in the seventh edition of the Triennale Design Museum
of Milan, from April 4, 2014 till February 22, 2015.

Wladimiro_03_low Wladimiro_02_low
istruzioni

ArDe

ArDe_logo definitivo_low

Castelli, Italy_20, 21, 22 Settembre 2013
www.ar-de.it

ArDe_Artigianato e Design, è un progetto sviluppato in collaborazione con
Dario Oggiano ed Elisabetta Di Bucchianico, fondatori dello studio Arago Design.

ArDe vuole presentare la relazione tra il sapere artigiano e il pensiero progettuale.
E’ un incontro, una storia tra due mondi differenti ma non così lontani.
E’ un rapporto alla pari dove il saper fare delle mani si incontra con un progetto
che sa guardare lontano.

E’ un progetto che si pone l’obiettivo di creare episodi di incontro tra la Cultura
Tecnico Artistica dell’Artigianato locale abruzzese con la capacità di innovare
e confrontarsi con i nuovi scenari commerciali insita nel lavoro del Designer,
per innescare un rinnovamento a livello locale e nazionale.

blabla design workshop è il primo di questi episodi, nato in collaborazione
con il Liceo Artistico Statale F.A. Grue di Castelli che ha avuto luogo dal 20 al 22
settembre 2013, con l’obiettivo di definire un nuovo lessico per la ceramica di Castelli.
Ospite d’onore, il famoso designer italiano Paolo Ulian.

ArDe_Artigianato e Design, (Crafts and Design) is a project conceived by
Dario Oggiano and Elisabetta Di Bucchianico (founders of the design firm
Arago Design) with the aim of investigating the exchange of knowledge 
between
the craftmen and designers. In an equal relationship, the know-how of the
artisan meets the ability of the designer to “look into the distance”.

ArDe’s aim is to create moments of encounter between the Technical Crafts Culture
and the ability to innovate and to find solutions for new business scenarios that are
typical of the work of designers, in order to trigger a renewal at local and national
level.

BlaBla Design Workshop was the first of these encounters held in collaboration
with the Artistic High School F.A. Grue in Castelli, an historical town in southern
Italy well known for its traditional ceramics. From 20th – 22nd of September 2013,
the school housed an intensive design workshop with the aim of defining a new
vocabulary for the traditional ceramics of Castelli. The guest of honour was
the famous Italian designer Paolo Ulian.

CollageBlaBla_10X21_perweb
I risultati | The results

1912028_812460245442621_3433219969161900087_o
Il metodo progettuale | The design method

10514564_786208754734437_7618011115907470495_n
Il borgo di Castelli | The small town of Castelli

1620647_786207854734527_6796823047175494124_n
Momenti di lavoro durante il workshop: il designer Paolo Ulian
era ospite d’onore
Moments of work during the workshop: the famous italian
designer Paul Ulian was the guest of honor

10628594_786207871401192_9141508823479526949_n
Momenti di lavoro durante il workshop
Moments of work during the workshop

1548142_812458128776166_504618605283103873_o
Esposizione ad Argillà, Faenza | Exhibitions at Argillà, Faenza

10533308_812458065442839_6922929791330288282_o
Esposizione ad Argillà, Faenza | Exhibitions at Argillà, Faenza

ArtiNatale

Immagine coordinata di / corporate image of ArtiNatale, ZonaF_2012
www.zonaf.it 

La comunicazione è costituita da una mappa da completare con le figurine degli
artigiani aderenti all’iniziativa; un raccoglitore di schede per collezionare i
consigli dispensati da ogni artigiano che si incontra lungo il percorso indicato
nella mappa; una cartolina per informare dell’iniziativa e vari totem segnaletici
distribuiti per il centro storico ed in corrispondeza delle botteghe artigiane.
La caratteristica di questa iniziativa è stata la volontà di esporsi in prima
persona da parte del gruppo di artigiani di Zonaf, che hanno voluto farsi
identificare dal turista e dal cittadino non solo come associazione ma anche
come persone. Per questo motivo la comunicazione è centrata sull’utilizzo di
ritratti degli artigiani, che hanno invaso ed animato il centro storico di Rovereto
per tutto il periodo di Natale.

The corporate image of the written communications done to promote the
Christmas activities of the ZonaF Crafts association in 2012.
The communication was composed of: a map to be completed with picture cards
of the artisans; a binder to collect sheets with information and tips about the
artisan activities; a leaflet and totems positioned in front of each artisan workshop.
The communication was focused on the desire of the artisans to present themselves

to the community of Rovereto and to the tourists that come to visit the
Christmas Market 
at Christmas time. That’s why portraits of the artisans were
used along with an object or a tool that indicated their activity.


Memories

Un installazione per / an exhibition for RoCo
Salone del Mobile 2012, Milano
www.ro-co.org

RoCo, a cura di Elena Comincioli e Annalisa Rosso, è un progetto di esposizione
itinerante, riceve ispirazione e forza dai diversi luoghi in cui si svolge per la
creazione di una storia, che diviene traccia del lavoro degli artisti e dei progettisti
chiamati a realizzare un’installazione o a presentare un oggetto.
In questa occasione la traccia era data dalla storia di Luigi e Fabrizio, scritta dal
giornalista Daniele Belleri.
Memories è l’installazione che ho realizzato: una parete di immagini, fotografie
e oggetti, memorie dei luoghi e della storia di Luigi e Fabrizio. Una parete
in divenire, come le vicende di Luigi, Fabrizio e della costruzione tozza e violacea
di via Scalarini 5, dove si svolge la storia ed ha avuto luogo l’esposizione.

RoCo is a mobile exhibition project curated by Elena Comincioli and Annalisa
Rosso, that takes its inspiration and strength from the different places in which
it is organised. The place is a source of inspiration for a story written by an author,
then the story is given to the artists and designers who are invited to realise an
installation related to it.
On that occasion, it was the story of Luigi and Fabrizio written by the journalist
Daniele Belleri. I realised the installation “Memories” using 20 modules of “Asola”,
another project of mine. The “Asola” units were a support for pictures of the place
and small objects related to the story: an old key, a ring, camera rolls and a red
satin ribbon.
A story yet to be finished, like Luigi and Fabrizio is and of the squat and purple
building at Scalarini 5, in southern Milan, where the exhibition took place.




Fuori Mostra

Fuori Mostra_ ZonaF espone i Nuovi Futuristi, Rovereto (TN) 2011
ZonaF exhibition on the work of The New Futurism art group, Rovereto_Italy
www.fuorimostra.wordpress.com

Immagine coordinata dell’evento organizzato dall’associazione Zona F in
collaborazione con il Mart. In contemporanea alla mostra a loro dedicata
dal Mart a Casa Depero, 11 botteghe artigiane ospitano le opere dei
Nuovi Futuristi. Un Fuori Mostra che porta l’arte per le vie della città.

Corporate image of the event organized by the association ZonaF in
collaboration with Mart (The Art Museum of Rovereto and Trento).
Organised simultaneously with Mart in Casa Depero, 11 craftshops
opened their doors to the work of 11 artists of The New Futurism
art group. An outdoor exhibition that brought art into the public
arena.





OpShoes

OpShoes, DDN Design in Vetrina, Milano Design Week 2011
Vetrina per / shop window for  Alberto Guardiani

Bianco e nero vs Colore. Un confronto che ha caratterizzato la moda, l’arte,
i gusti degli anni 60. Nel 50° anno della fondazione del Salone del Mobile,
nato negli anni 60, l’allestimento della vetrina ripropone questo confronto.
Sneakers fluo Guardiani appoggiano su scatole di scarpe bianco nere;
completano la scenografia le quinte realizzate con i portalettere Asola.

Black and white vs color. A confrontation that has characterized the
fashion, art,
the tastes of the sixties. In the 50 th year of the founding of
the Salone del Mobile,
born in the sixties, the layout of the shop window
is based on this comparison.

Fluorescent sneakers  by Guardiani are put on white  and black boxes;
the set is completed with the document holder Asola.